INAIL – I rischi del proprietario

I rischi del proprietarioGuida destinata ai privati cittadini, agli amministratori di condominio, ai proprietari di immobili, ai titolari di aziende comprese quelle agricole che intendano far costruire una nuova opera edile o intervenire su una esistente con lavori di riparazione, manutenzione ordinaria e straordinaria ed installazione impianti.

I testi derivano dal Decreto legislativo 81/2008, Titolo IV, capo I s.m.i. e relativi allegati.

Download pubblicazione

Riforma del Condominio: rinnovo tacito per l’amministratore

La riforma del condominio prevede che “l’incarico di Amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata» (articolo 1129, comma 10, primo periodo). In sostanza, una formula di compromesso fra chi voleva mantenere la durata di un anno e chi voleva invece portarla (fra cui il Senato,in prima lettura) a due. Ma, in pratica, cosa significa la formulazione della norma?

Punto di partenza dell’interpretazione è che la riforma conferma in un anno la durata (certa) dell’incarico di amministratore. Questo, salvo rinnovo (tacito). Salvo – quindi – che i condomini manifestino una volontà… Continua a leggere

Controlli su impianti termici: IVA al 10%

Con risoluzione n. 15/E del 04/03/2013, l’Agenzia delle entrate rileva che la revisione periodica obbligatoria degli impianti di riscaldamento, “condominiali o ad uso esclusivo”, installati in fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, ed il controllo delle emissioni degli stessi, in quanto riconducibili nell’alveo degli interventi di manutenzione ordinaria, costituiscono prestazioni di servizi soggette ad Iva con aliquota del 10 per cento. Tale agevolazione non è applicabile ai contratti aventi ad oggetto, oltre alla manutenzione ordinaria, anche prestazioni ulteriori (ad esempio, la copertura assicurativa della responsabilità civile verso terzi) per le quali non sia indicato un corrispettivo distinto.

La risoluzione precisa altresì le modalità con le quali i soggetti che effettuano… Continua a leggere

Inadempimenti appaltatori: nessuna sanzione per i Condomìni

Con circolare n. 2/E in data 1.3.’13, l’Agenzia delle entrate ha escluso il condominio (oltre alle persone fisiche) dai soggetti ai quali si applica la normativa (art. 13-ter, comma 28-bis, d.l. n. 83/’12, come convertito) che ha introdotto, in caso di appalto di opere o di servizi, una sanzione amministrativa pecuniaria (da 5.000 a 200.000 euro) in capo al committente (quale potrebbe essere il condominio) nel caso in cui lo stesso effettui il pagamento del corrispettivo dovuto all’appaltatore (e agli eventuali subappaltatori) in mancanza dell’esibizione da parte di questi della documentazione attestante che i versamenti fiscali, scaduti alla data del pagamento del corrispettivo, siano stati correttamente… Continua a leggere